La GSO - Green Symphony Orchestra nasce con l'intento di promuovere attraverso la musica una nuova visione del mondo caratterizzata da un'impegno ecologico-civile e un atteggiamento più consapevole dei problemi che minacciano l'ambiente.

La GSO infatti si propone come contenitore di valori che con la sua energia artistica e sonora, con tutta la sua forza rappresentativa vuole difendere:

  • il valore della vita in tutte le sue forme, sia dell'uomo che del mondo animale;
  • la coesione e l'armonia sociale per un ambiente e un mondo migliori, più vivibili ed eco-sostenibili;
  • la pace nel mondo finalizzata alla costruzione di una civiltà più evoluta sia dal punto di vista culturale, civile che economico;
  • una società consapevole, che sappia utilizzare le risorse della natura senza depauperare l'ambiente;
  • la preservazione della salute e del benessere secondo i princìpi della Green Medicine, della medicina olistica e delle medicine non convenzionali;
  • il valore dell'amore e dell'amicizia anche interreligiosa e interraziale per un mondo in cui regnino la pace e la serenità.

È per questo che la Green Symphony Orchestra intende promuovere e diffondere la musica orchestrale, vocale e sinfonicache si ispira alla natura, all’ambiente e all’ecologia, scritta dai grandi compositori del passato ma anche dagli autori contemporanei.

Al tradizionale repertorio per orchestra imperniato sulle forme compositive classiche - Sinfonia, Poema sinfonico, Concerto, Opera e Liederisticadi Mahler, Wagner, Strauss, Schönberg, Schubert, Franz- Pergolesi, Donizetti, Rossini, Verdi, Mascagni, Bellini, Puccini, Dallapiccola e Berio- Rachmaninoff - Yanada, Hirai, Yamada, Sughiyama, Konoye e Hocano, accosta un repertorio alternativo rappresentato da composizioni vocali e strumentali che spaziano dalla new age alla musica elettronica che riproduce i suoni della natura.

Alle esibizioni svolte nelle tradizionali location (teatri, auditorium, chiese, abbazie, cripte), la GSO predilige le performance in luoghi non tradizionalmente deputati allo svolgimento di spettacoli dal vivo come ad esempio – i parchi, gli anfiteatri, i pontili sul mare, le piattaforme sui laghi, le cavità nelle grotte, in montagna e più in generale, in tutti quegli spazi che sono a stretto contatto con l’ambiente e la natura.

La GSO ha già al suo attivo un’ intensa e prolungata attività concertistica che ha svolto nelle principali città d’Italia ma anche in Svizzera, Austria, Grecia, Germania, Francia e Spagna. Dall’anno 2000 la GSO è l’orchestra ufficiale del “Propezzano Opera Festival” di Morro d’Oro (Te), giunto alla sua XV Edizione.

Il Socio fondatore - Dott. M° Alessandro De Santis, musicista / farmacista che si batte per l’ecologia e per un concetto di salute legato alla medicina olistica che vede l’uomo nel suo insieme negando la visione meccanicistica e compartimentale della medicina dominante, e il Direttore d'Orchestra della Green Symphony Orchestra - M° Cav. Manfredo Di Crescenzo, nella creazione del progetto artistico, unico e particolare nel suo genere, si sono ispirati ai valori e principi fondanti il pensiero culturale del celebre musicologo canadese Murray Schafer*, considerato il padre mondiale dell'ecologia sonora. Egli ha dimostrato grande attenzione e sensibilità alla "preoccupazio ne ambientale" ed "ecologia sonora".

Pertanto, la Green Symphony Orchestra con la sua attività artistica intende non solo accrescere e diffondere la cultura musicale proponendo un repertorio orchestrale tradizionale e classico ma anche l’ascolto di musiche molto interessanti e poco conosciute.

L’intento è di condurre la musica orchestrale fuori dai luoghi canonici che l'hanno tradizionalmente ospitata.

Per i musicisti della GSO la musica deveandare incontro al pubblico. La Green Symphony Orcestra ha avuto e continua ad avere la capacità di mettere in scena non solo un genere musicale, ma alcuni delicati aspetti della società contemporanea.

Ogni esecuzione sarà preceduta da guide all’ascolto e dissertazioni filologiche.

L’attività artistica prevede la partecipazione dei 40 musicisti della Green Symphony Orchestra e dei migliori solisti presenti nel panorama musicale nazionale ed internazionale.

La direzione d’orchestra è affidata al M° Manfredo Di Crescenzo

direttore d’orchestra e concertista internazionale – vedi Curriculum Vitae et Studiorum.

Presidente e Legale Rappresentante
Green Symphony Orchestra
Prof.ssa Tiziana Perna

Manfredo Dorindo Di Crescenzo direttore d’orchestra

Curriculum vitae et studiorum

Manfredo Dorindo Di Crescenzo ha compiuto brillantemente gli studi di “Pianoforte” presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma, “Composizione”, “Musica Corale e Direzione di Coro” e “Direzione d’Orchestra” presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro, “Strumentazione per Banda” presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari. Ha frequentato il Corso di Alto Perfezionamento Pianistico presso l'Accademia Musicale Pescarese con il M° Bruno Mezzena.

Nell'ottobre 1996 ha frequentato un seminario di Polifonia Sacra e Canto Gregoriano con i M.stri Piergiorgio Righele e Bonifacio Baroffio. Ha frequentato per otto anni i Corsi Internazionali di Direzione d'Orchestra tenuti dai M.stri Piero Bellugi a Firenze, Filippo Maria Caramazza a Macerata e Nicola Samale a Foggia. Ha svolto numerosi concerti sia come pianista che come direttore d’orchestra in Italia e all'estero: Svizzera, Principato di Liechtenstein, Austria, Germania, Inghilterra, Polonia, Spagna, Grecia, Slovenia, Croazia, Belgio, Francia, Uruguay, Argentina, Uruguay, Brasile, Messico, Venezuela.

E' stato invitato a partecipare a rassegne musicali nazionali ed internazionali: "Castellarte '91-'92", "Rapallo Musica '92", "Landshut Musikfestpiel '90", "Stadterding Musik", "Festival Mozarteum", "Autunno in Musica Bisceglie '98", "Musica sotto le stelle Pescara '98", "Maiella in Musica '98", "Pescara Musicarte ’97-’99-’02, "Basilea Musikfestpiel '98". Ha suonato ed effettuato registrazioni per la televisione ufficiale uruguayana "Canale 5 Sodre" e per la televisione tedesca "T.R.L.".

Inoltre, è stato invitato a dirigere le seguenti orchestre: Orchestra Anello Musicale di Roma; Orchestra Sinfonica Marchigiana; Orchestra da Camera delle Marche; Orchestra I Fiati Italiani; Orchestra da Camera Costantinus di Nis (Serbia); Orchestra da Camera Eleazar de Carvalho di Fortaleza (Brasile); Filharmonia Kameralna “W. Lutoslawskiego” di Lomza (Polonia).

Ha già diretto le seguenti opere liriche: “La Serva Padrona” e “Livietta e Tracollo” di G. B. Pergolesi; “La Canterina” di F. J. Haydn; “La Dirindina” di D. Scarlatti; “Il Campanello” di G. Donizetti; “La Cambiale di Matrimonio” e “La Cenerentola” di G. Rossini; “Don Pasquale” di G. Donizetti; “Le Nozze di Figaro”, “Don Giovanni” e “Lo Sposo deluso” di W. A. Mozart; “Madame Butterfly” di G. Puccini; “La Traviata” e “Rigoletto” di G. Verdi. E' componente del Duo pianistico a quattro mani "Idus" con Tiziana Perna.

Ha composto brani per pianoforte solo e violino e pianoforte: “Indisso”satonal”, “Serinteg”, “Emme”, “Forsimme” e “Staton”, inoltre ha composto le musiche per il testo teatrale "Escuriale" di M. De Gelderode. Come didatta, è autore di due Metodi usati nei Conservatori di Musica: "15 Prove d'esame per la Licenza di Teoria, Solfeggio e Dettato Musicale" e "210 Dettati Melodici" pubblicati dalla Casa Editrice Primo Tema di Pescara.

Ha partecipato come docente di Composizione e Teoria Musicale al progetto europeo “Scala”, creato dall’Associazione “Sound Socety” di Giulianova. Nel 1997 è stato l’ideatore, il coordinatore nonché direttore d’orchestra della “Corelli Chamber Orchestra” di Roseto degli Abruzzi.

E’ Presidente dell’Associazione Musicale “G. Rossini” di Roseto degli Abruzzi e dell’Associazione Musicale “Symphonia 2000” di Pescara. Nel 1999 ha registrato un CD musicale incidendo le Romanze per canto e pianoforte di F. P. Tosti con il soprano uruguayano Beatriz Lozano. Nel 2005, con la Corelli Chamber Orchestra ha pubblicato con l’etichetta discografica Wide Classique di Nepezzano (TE) un doppio CD musicale contenente composizioni di Michele Mascitti e Fedele Fenaroli, alcune delle quali in Prima Mondiale. Ha tenuto e tiene seminari e lezioni-concerto in varie Scuole Superiori e Facoltà Universitarie della Regione Abruzzo e della Regione Lazio.

E’ stato invitato per ben due volte in qualità di esperto della musica abruzzese del periodo Barocco a partecipare alla trasmissione radiofonica di Radio Rai Due “Notturno Italiano” condotta dal giornalista Carlo Posio.

E’ Docente della Cattedra di Esercitazioni Corali presso il Conservatorio di Musica “N. Rota” di Monopoli (BA).

Il 2 Giugno 2007 gli è stato conferito dal Presidente della Repubblica Italiana l'Onorificenza di “Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana" giusto riconoscimento per i traguardi artistici raggiunti.

Questo sito utilizza cookie tecnici e consente l'invio di cookie di "terze parti" al fine di effettuare misure di traffico per la valutazione delle prestazioni del sito. Per saperne di più, clicca sull'apposito bottone "Leggi ancora", che aprirà l'informativa estesa, dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando il bottone OK, o cliccando su una qualsiasi altra area del sito, presterai consenso all'uso dei cookie."